Christian Gamarino in staccata a Misano

MC7 Corse torna a competere nel National Trophy e scende in pista a Misano con entrambi i piloti: Christian Gamarino e Fausto Mincione. Nonostante abbia già saltato il round di Vallelunga, per concomitanza con il Mondiale Endurance, Gamarino si trova a rincorrere Gabriele Giannini staccato di ventisette punti, mentre gli immediati inseguitori, Canepa e Ruiu, non si sono presentati in riva all’Adriatico. Il campionato sembra sempre più una corsa a due.

Fausto Mincione in piega al Misano World CircuitNelle prove libere invece si inseriscono fra i due contendenti anche Alessandro Andreozzi e Doriano Vietti Ramus. Christian e Fausto non si sentono perfettamente a proprio agio sulle due Aprilia RSV4 ed insieme alla squadra rivolgono tutto il proprio impegno nella ricerca della configurazione più efficace possibile. Faticano soprattutto con gomma nuova, mentre per esempio Christian registra il proprio miglior tempo delle prove libere alla fine dell’ultimo turno, con gli pneumatici usati nel long-run.

Christian Gamarino in piega al Misano World CircuitI miglioramenti sono pressoché costanti, ma non sufficienti per primeggiare. Il tempo di 1’36”431 frutta a Gamarino la terza piazza, dietro al poleman Giannini e Vietti Ramus. Mincione si avvicina al proprio best lap ottenendo così la possibilità di aprire la sesta fila.

Fausto Mincione in sella all'Aprilia RSV4 1100 di MC7 CorsePer fortuna né piloti né tecnici hanno mai avuto l’intenzione di rassegnarsi e l’impegno per la messa a punto ottimale è proseguito dopo le qualifiche fino addirittura a pochi minuti prima dell’ingresso in pista per la gara. Al via s’è capito subito che, come il campionato, la corsa sarebbe stata questione fra i soli Giannini e Gamarino. Questi hanno sin dalla prima curva cominciato a scambiarsi la prima posizione, dando vita ad una continua bagarre fatta di sorpassi e controsorpassi. Un po’ più arretrato Mincione recuperava sin dallo start alcune posizioni, intenzionato a finire nella Top-10.

Christian Gamarino in bagarre con Gabriele GianniniL’opportunità era ghiotta: entrambi i portacolori di MC7 Corse sapevano che inanellando una tornata dietro l’altra si sarebbero poi trovati nelle migliori condizioni per correre. Christian dopo un leggero lungo causato da un’imprecisione in scalata, aveva recuperato con il giro veloce quel paio di decimi persi a metà gara e tallonava Giannini praticamente ad un decimo e mezzo. 161 millesimi: questo il distacco fra i due al sesto passaggio. Poi l’esposizione della bandiera rossa che ha interrotto la gara. Giusto il tempo di rientrare in corsia box che la direzione gara dichiara la corsa valida, congelando le posizioni proprio al sesto giro sui dieci previsti e togliendo a piloti, addetti ai lavori e pubblico la possibilità di assistere certamente ad una entusiasmante seconda metà di gara.

Cercheremo di mandar giù l’amaro in bocca già dalla prossima gara, prevista al Mugello nel fine settimana del 3 settembre.

ArtcosmeticsArtcosmetics
CRSCRS
CrimatCrimat
Gilardi MacchineGilardi Macchine
Gilardi MacchineGilardi Macchine
Iris BluIris Blu
GlobusGlobus
Mon-EdilMon-Edil
PiacePiace
BarboglioBarboglio
DB ImpiantiDB Impianti
CertechCertech
DuePIDuePI
Lasti GommaLasti Gomma
TecnodiTecnodi
Villa dei piniVilla dei pini
Vodafone StoresVodafone Stores
SC-Project
Sinlubit
Capit
Cruciata
Melotti Racing