Autodromo Vallelunga: il 2024 di MC7 Corse è partito ufficialmente qui. Le tante novità che sono state portate in pista hanno sostanzialmente consentito la più importante conferma rispetto agli anni passati: Christian Gamarino. Il Campione del Mondo FIM Endurance Cup 2023, classe Stock dell'EWC, è diventato a tutti gli effetti un pilota ufficiale Kawasaki e disputerà con il team giapponese l'EWC 2024. In Italia ha espresso il desiderio di correre le gare in sella ad una "verdona", e Matteo Colombo ha acconsentito a far tuffare MC7 Corse in un'avventura completamente nuova.

La Kawasaki ZX-10RR MY24 di MC7 CorseNon è mancato il supporto di Kawasaki Italia, ma la ZX-10RR sui tracciati italiani è un esemplare più unico che raro: la sfida per allestire una moto competitiva è quantomeno avvincente. Con il supporto dei tecnici di Andreani sono state selezionate sospensioni dalle prestazioni superiori; il forcellone è stato realizzato sul disegno dei modelli Superbike; la preparazione del motore affidata a Giancarlo Bosco, artista in queste opere; Kawasaki ha messo a disposizione il kit racing, capace di spingere il motore a regimi più alti, mantenendo comunque alta l'affidabilità; del kit racing di Kawasaki è stata mantenuta anche la centralina, per non complicare ulteriormente la strada ai tecnici MC7 Corse.

Come un abito sartoriale, cucito su misura e realizzato in un unico esemplare, la preparazione della moto ha richiesto tempo ed impegno sopra la norma, consentendo di provarla sul Cremona Circuit solo pochi giorni prima dell'esordio in Pirelli Cup. La ricerca dell'assetto è proseguita nelle prove libere all'Autodromo Vallelunga e, a causa della pioggia caduta il venerdì pomeriggio, anche le qualifiche Christian le ha affrontate testando setting e componenti nuove.

Christian Gamarino in quarta posizione sulla griglia di partenza a VallelungaL'impegno richiesto da questa nuova avventura era stato ampiamente preventivato, come la comparsa di imprevisti e possibili ritardi. Non scontati invece i risultati di questi sforzi: Gamarino ha potuto scrivere il suo nome nella quarta posizione della griglia di partenza, fermando le lancette del cronometro sul tempo di 1'37"882 alle spalle di Vietti-Ramus su Aprilia e Vitali e Petrarca su Honda.

La gara è stata a dir poco entusiasmante, corsa tutta ad un ritmo forsennato: in partenza Lorenzo Petrarca è il pilota che meglio si divincola dai nastri di partenza. Chiude il primo giro in testa, ma viene sorpassato giro dopo giro dapprima da Luca Vitali, poi da Doriano Vietti-Ramus. Nel corso del quarto giro Christian Gamarino rischia di rimaner rallentato proprio dalla Honda di Petrarca ma, rotti gli indugi, sorpassa l'abruzzese e non perde tempo per ricucire il piccolo gap che si era creato coi due battistrada.

Spettacolare piega di Gamarino su Kawasaki di MC7 CorseDa questo momento, oltre mezza gara, giocata a suon di giri veloci, mai più lenti del "trentotto e zero". Nessuno concede agli avversari nemmeno un centimetro. Christian firma il proprio giro veloce, 1'37"718, sotto la bandiera a scacchi, ma Vitali, che lo precede, fa qualche centesimo meglio ed entrambi non riescono a sorpassare Vietti-Ramus.

Sotto al podio scambio di complimenti e considerazioni su staccate, allunghi sul rettilineo e sul consumo delle gomme. Sul podio scambio di spruzzate di spumante e la promessa di darsi ancora battaglia da lì a pochi giorni, quando la Pirelli Cup si sposterà all'Autodromo del Mugello per il secondo round.

Artcosmetics Artcosmetics
Crimat Crimat
CRS CRS
Gilardi Macchine Gilardi Macchine
Iris Blu Iris Blu
Iris Blu Iris Blu
Globus Globus
Mon-Edil Mon-Edil
Certech Certech
Piace Piace
Barboglio Barboglio
DB Impianti DB Impianti
DuePI DuePI
Lasti Gomma Lasti Gomma
Tecnodi Tecnodi
Villa dei pini Villa dei pini
Vodafone Stores Vodafone Stores
SC-Project
Sinlubit
Melotti Racing
Capit
Sinlubit
Melotti Racing