Federico Murano

Giovanissimo, nato nel 1999, comincia a saggiare le emozioni della pista nel 2017 a Tolmezzo, in un piccolo circuito vicino casa, seguito dal cugino Gianluca che gli svela tutti i segreti della guida fra i cordoli. Non arriva digiuno all'esordio su un circuito: ha già guidato cinquantini e 125 su strada e, complice il papà, compra un Kawasaki 636 del 2003 da dedicare alla velocità.

Si rivelerà un vero e proprio colpo di fulmine, quello della pista, e con padre e cugino decidono di provare tracciati più grandi. La scelta cade su Rijeka e cade anche Federico, rompendo un dito e costringendolo ad un'operazione ed uno stop forzato. Per nulla abbattuto, tolto il gesso, torna immediatamente in pista.

Tale è la passione che giunge naturale confrontarsi con altri piloti in un campionato: teatro dell'esordio agonistico è il Trofeo Italiano Amatori, classe 600 Base, in sella ad una Yamaha R6 del 2006. Non ha mai corso sui circuiti nel calendario della Coppa Italia Velocità, così si piazza trentesimo nelle prime qualifiche al Mugello; settimo in gara. Dodicesimo in qualifica a Misano, decimo in gara 1 e diciottesimo in gara 2. Non corre a Vallelunga e si ripresenta al Mugello conoscendo un po' di più la pista: si qualifica sesto e chiude la gara sul gradino più basso del podio, girando ben otto secondi più veloce rispetto all'appuntamento d'esordio. Torna al Mugello a fine estate e deve abbandonare la gara per un imprevisto tecnico ad un giro dalla fine, quando occupava la terza posizione. Chiude la stagione a Misano, partendo dalla quinta piazza e mantenendo la medesima posizione sotto il traguardo.

Nel 2019 entra a far parte di MC7 Corse e gareggerà nella Pirelli Cup con una delle Yamaha R1 del team: ennesimo esordio al quale Federico non si farà certo trovare impreparato.